Roberto Casu

 

Onda

 

 

 

Onda, portami con te sull'altra sponda.

Prendi i miei pensieri e con un bacio,

dille che mi manca da morire.

 

Porta, chiuse in una scatola i ricordi

quelli che profumano di sale

legali a queste mie parole

Altro non ti posso dire

Vado senza far rumore

e bagnandomi le braccia

col calore del tuo sole

puoi parlargli del mio amore

 

E dille che l'amo

dille che l'amo

E diglielo forte finché non arriva sera

solo per non dimenticare…

 

Guardala negli occhi ma fai attenzione a non innamorarti

perché schiuma bianca come neve tu ti sciogli al sole

che solo a parlarci  ci puoi morire

 

Prendile la mano, sfiorale i capelli sentirai una musica che ti circonda

prendi fiato, rubale un sorriso,

stringila al tuo petto  fino a farla sospirare

 

 

E dille che l'amo

E dille che il mondo non ha più senso non se non sento la sua voce

Dille che l'amo, dille che muoio se non sento il suo odore

 

Onda, portami con te sull'altra sponda

Prendi i miei pensieri e con un bacio

dille che mi manca da morire

 

 

 

Emozionante

 

 

 

Emozionate, guardare scivolare piano goccia d'umido incessante

aver deciso di restare con la voglia di partire nella mente

mille martelli i miei pensieri sono mille anche i miei amori tra la gente

 

Conturbante, restare solo a piedi nudi in una strada senza ventre

con la tua mano stretta forte per tranquillizzar la mente

sentire un battito alla volta tra il silenzio che mi scalda il cuore

 

mi sento libero - mi sento libero - mi sento libero

Preoccupante, dover pensare di riordinare presto questa stanza

finisse un ragno di sicuro morirebbe nella mente

mi sento libero

 

Giudicante, la voce che insistentemente mi scioglieva questa mente

provava seria col suo intento di sconfiggermi da dentro

fortuna che ho staccato prima che uscisse nel cemento

chiudo la porta ai miei pensieri più complessi concentrandomi sul niente

 

se chiudendo gli occhi credi libero l'amore vedi

se stringendo piano senti brividi distanti e immensi

se una rete può bastare ad imprigionar i pesci in mare

può tranquillamente stare un pensiero può viaggiare

 

mi sento libero -

 

 

 

Il vento

 

 

 

Fermo ad aspettare il vento che ti porti via

onda dopo onda schiuma di malinconia

Quando il sole all'orizzonte scorgerà la tua bandiera sorridendo tra le nuvole comincerà....

 

Soffio dopo soffio ti può sussurrare

sono mille le parole che non ti ho saputo dire

mille, sono i sogni da scoprire

 

Fermo ad aspettare con la rosa tra le mani principe deluso a guardare se rimani

Vedo l'ombra del primo raggio che ti lancia il via complice il tuo cielo che ti sta portando via

 

Cantami un amore canta stella del mio cuore

canta dolce questo giorno da dimenticare canta tanto il vento può aspettare

 

Passeranno i giorni a piangere un ricordo passeranno gli anni aspettando un tuo ritorno Se domani il vento saprà anche rallentare

se vorrai potrò raggiungerti per poi amare

 

Soffio dopo soffio ti può sussurrare

sono mille le parole che non ti ho saputo dire

mille sono i sogni da scoprire....... quando voce mia sincera ti dirà grande amore non partire

perché t'amo da morire........

 

Raggio dopo raggio mi fa scorgere nel mare

quasi senza crederci ti posso solo dire

La mia ombra non è ferma ma segue le onde del mare vedo la tua sagoma ferma ad aspettare

 

Cantami un amore canta stella del mio cuore, canta dolce questo giorno, da dimenticare perché,

 il vento sta portando me in alto mare

 

 

 

L'odore delle parole

 

 

 

Agnese ha gli occhi tristi

occhi più dolci del suo coraggio, senza una lacrima da sprecare senza un amore da ricordare.

 

Agnese magra tutt'ossa

che a sfiorarla fugge aquilone

vola serena fino al tramonto

che a darle un bacio respira amore.

 

L'odore delle parole acre o dolce che sia racchiude spettri di malinconia

l'odore delle parole si mischia dolce tra piscia e amore che ci puoi morire

Agnese se mi guarda in viso sa parlare Agnese amore Agnese riesce a sussurrare parole leggere, parole d'amore

 

Agnese se chiudo gli occhi

vedo leggero il tuo bel sorriso perso e confuso dietro un tramonto, perso tra mille inutili parole

 

Agnese t'ho visto la schiena, mentre scappavi perché da sola non hai bisogno mai di nessuno che solo sola ti puoi salvare

 

 

L'odore delle parole acre o dolce che sia racchiude spettri di malinconia

l'odore delle parole si mischia dolce tra piscia e amore che ci puoi morire

Agnese se mi guarda in viso sa parlare Agnese amore Agnese riesce a sussurrare parole leggere, parole d'amore

 

Passano i giorni i mesi e gli anni passano i colori e le stagioni piove sui corpi distesi al sole piove leggero sul nostro amore

 

Agnese mi vuoi parlare, guardandomi negli occhi di fronte al mare,

stringendomi il cuore come un serpente la preda stretta che non fa niente

 

L'odore delle parole acre o dolce che sia racchiude spettri di malinconia

l'odore delle parole si mischia dolce tra piscia e amore che ci puoi morire

Agnese se mi guarda in viso sa parlare Agnese amore Agnese riesce a sussurrare parole leggere, parole d'amore

 

 

 

Le ultime Labbra

 

 

 

Mille gocce di sole mille gocce dentro il mare solo pioggia tra le righe sono lacrime amare

 

Morbide rinfrescanti giovani ballerine

che han bisogno di un sorriso e di un canto delicato

 

Delicato come il vento che sfiorava i tuoi capelli

che emanavano il profumo che sa di panna colorata

dolce odore di un ricordo di una frase mai scordata

 

Lui prosegue sospirando con una musica nel cuore scende lento a pugni stretti fermando il sangue nelle vene

Per paura di cadere scende lento al tramonto confondendo la sua voce con il suono del mio vento

 

Ed alzando gli occhi al cielo con un urlo che da dentro fa vibrare cuore e corpo fa vibrare anche il cemento

dolce suono di un ricordo di un amore chiuso dentro

 

rimarrà a precipitare col rumore del suo inverno

resta fermo ad ascoltare il profumo del suo mare e le dolci sue parole che non sa dimenticare

 

E l'amerà, e l'amerà

 

 

 

No non è facile

 

 

 

Ci provo ma scivola non è un problema di dinamica

è solo un amore che mi ruba l'anima

 

considerato che tirando le somme se

prova a seguirmi ad amare un po di te

 

Non dire di no

troppo vuoto però

tieni la mano e vedrai

e che sarà facile

 

Non ti dirò che t'amerò

e per una vita intera sarebbe inutile

Perche lo so che morirò

con la tua anima stretta nel cuor

 

E,,,, se per caso anche tu

mi amassi come t'amo io

 

E se per caso anche io

continuassi ad immaginar te

che più bella che mai .... mi amerai

 

Ci provo ma scivola, so di esser agile posso giurarlo che no non è facile

A dire il vero se, prima pensavo che, ad una persona non mi farà piangere,

 

Non dire di no......

 

 

 

Ombra dell'inverno

 

 

 

Dolci canti alla sera, dolci le lacrime di una chimera, fiaschi di vino per restar sveglio, foto ricordo per restare meglio.

Parole amare da ricordare, righe sulla schiena che non fan timor.

Più del dolore chiuso ad ascoltare, più di un amore che non fa male

 

Vola con dio, con la sua tela e le sue spine. Vola sereno, con un coltello nella mano

ti servirà’, per quando un giorno capiterà’, sicuramente, sai bene l'uomo è deficiente

 

Mi dicevano stai attento, non correr troppo tira troppo vento, vento che attacca più di un uragano, più di uno schiaffo senza pentimento

 

Trenta denari possono bastare, bastare ad un uomo solo in mezzo al mare,  che attende l'onda per spiccare il volo,  come un gabbiano che emette un suono

 

vola con dio, con la sua tela e le sue spine, vola sereno, con un coltello nella mano

Ti servirà, per quando un giorno capiterà, sicuramente , sai bene l'uomo è deficiente

 

Vola con dio,

Se attendi ancora resti solo, vola tranquillo,  con la sua sciabola d'argento

i tuoi ricordi in una mano, mentre nell'altra hai i tuoi dolori,

passati all'ombra di un perduto inverno, passati all'ombra di un perduto amore

 

Vola con dio, con la sua tela e le sue spine vola sereno, con un coltello nella mano

ti servirà per quando un giorno capiterà sicuramente sai bene l'uomo è deficiente

 

 

 

Se mi baci

 

 

 

Chiedo, un briciolo di pace

in abbondanza un secchio di carezze e un etto di benevolenza

 

chiedo, anzi lo esigo perché credo

di aver diritto di contorcermi nelle mie manie e voglia di riposo

 

Prendi, i miei pensieri e dalli

a chi ne ha più bisogno

perché un sogno non si nega neanche a dio

 

Sono spossato, son recluso e condannato

a non poter parlare per paura del giudizio della gente

ma guarda un po stamane non me ne frega niente continuo, canto e dico fregandomene altamente

Se mi baci poi vedrai le stelle tutte quante indistintamente colorate qui in mezzo alla folla

la più bella la colori tu

 

 

Resto, abbandonato ai miei pensieri quelli più belli e colorati

quelli tristi gli lascio all'altra gente

 

Tanto, son forte dentro son cemento

il punto debole lo sai non è un segreto lanciato al vento già l'ho detto

 

Cieco, mi abbaglia questo bastimento che pieno di sorrisi e caldi abbracci si sente pure il mare

 

Sono spossato, son recluso e condannato

a non poter parlare per paura del giudizio della gente ma guarda un po stamane non me ne frega niente continuo, canto e dico fregandomene altamente

 

Se mi baci poi vedrai le stelle,tutte quante indistintamente

colorate qui in mezzo alla folla la più bella la colori tu

 

Corri, prima che scoppi il mio amore

prima che schegge di pensieri ti contaminino la ragione

 

Resta, c'è da pulire le parole, quelle pesate quelle attente stese sul mio comodino

 

Abbi, un po di verbi da sfruttare

quelli complessi che

si mischiano da soli in mezzo alle parole

 

Sono spossato......

 

 

 

Sogni

 

 

 

Sogni, sono fragili parole che a dirmelo amore, non si può sentire be Sogni, reconditi e misteriosi frasi dette sotto voce come sussurrare

Guardi, senza dire una parola, senza sprigionar colori, senza pensare cedi, solo un tuo pensiero al vento mettendoci dentro tutto il tuo amore

 

E voli via, con un ricordo avvolto in un nastro rosa

che sà di miele e di frutti amari

E voli via, con un pensiero dolce d'estate

che odora d'erba dopo fatto l'amore E voli via, da me

 

Sento, questo amore brucia dentro senza dire una parola, senza fiatare

Sento, che l'amore ci aspettava, fermo steso sotto il sole, attendeva il nostro odore.Guarda, questo cuore senza tempo, principe del vento che ti scalda il cuore

Dolce, abbagliato dal mio amore lui che stava sotto il sole, cominciò a cantare

 

E volo via, con i ricordi immersi in una tazza rossa piena di rimpianti e di caffè amaro

E voli via, con me al tuo fianco pieno di mille paure basta stringermi forte le farai morire

 

E voli via, con un ricordo avvolto in un nastro rosa

che sa di miele e di frutti amari

E voli via, con un pensiero dolce d'estate che odora d'erba dopo fatto l'amore

E volo via, da te

 

 

 

Paura

 

 

 

Senza più ascoltare, senza più colori , senza più rumore. Fermo ad ascoltare indistintamente il sapore del mio errore.

Trattenere il fiato trattenerlo a fondo fino a volare, papi vienimi vicino, tienimi la mano, portami con te a giocare.

Nero come il fondo nero sospensione si può morire, nero bambino volare sogna, nero paura che mi accompagna.

 

 

E ti ricordi che da bambino, mi piaceva andare al mare. Mi stringevi forte la mano, la mano calda che sapeva amare.

Ora vorrei avere quel mare, e quella mano calda da amare, che mi stringeva forte, e mi faceva sognare.

 

 

Senza più ascoltare, senza più rumore senza più un colore. Tanto adesso lui mi chiama, perché è sicuro che mi vuole bene.

Trattenere il fiato, trattenerlo a fondo per non farmi morire. sono pensieri per lacrime d'amore, che con la terra si vanno a mischiare.

Vedi questi segni stretti in mezzo ai denti, di sangue il suo sapore, tu che chiuso in fondo al cuore non devi vedere.

 

 

Prendimi la mano ancora, prendila per un solo istante. Fammi sentire più forte fammi, fammi sentire che sono importante.

Prendimi per mano, e portami via lontano, da questa notte che mi circonda, da questo abbraccio che si sprofonda.

 

 

Senza più ascoltare, senza più colori , senza più rumore, fermo ad ascoltare indistintamente il sapore del mio errore

 

 

 

 

Le Miemani

Copyright 2016. All Rights Reserved.